Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

   Registrati al sito. Dimenticato la password?

Recupero crediti

QUESITO:

In merito all'ingiunzione di pagamento europea di cui al regolamento CE n. 1896/2006, entrato in vigore in data 12.12.2008 volevamo sapere:
1) se il giudice competente è quello del paese del debitore o del creditore,
2) se la domanda di ingiunzione di pagamento può essere presentata direttamente dal creditore o bisogna avvalersi, comunque, di un legale..

RISPOSTA:

1) Ai fini della determinazione della competenza giurisdizionale, vige,l'art.6 Reg. 1896/2006 il quale rimanda alla disciplina di cui al Regolamento n.44/2001.
Trova, pertanto, applicazione l'art. 2, Reg. CE n.44/2001secondo il quale è competente il Giudice dello stato nel quale ha domicilio il convenuto. In materia contrattuale, l'art 5, n.1 individua...

segue

Triangolazione anomala

QUESITO:

Un'azienda italiana deve vendere in Turchia con spedizione merce in Romania presso il cliente del cliente Turco. Il trasporto è organizzato dal rumeno.
L'azienda vorrebbe fatturare al ns. cliente Turco con aggiunta di aliquota IVA ma il cliente non accetta questa soluzione. In mancanza di altro soggetto comunitario a cui appoggiarsi esiste un'altra soluzione per evitare di gravare di aliquota iva la fattura del cliente?

RISPOSTA:

Nella transazione oggetto del presente quesito l'operatore residente non effettua né una cessione all'esportazione, poiché i beni sono diretti in altro Stato membro (Romania), né un'operazione intracomunitaria, in quanto suo cessionario è un soggetto extracomunitario (Turchia).
Ciò comporta che il cedente residente in Italia dovrà emettere verso il cliente turco fattura ..

segue

Certificazione per trasporti

QUESITO

la ns. e' una industria di medie dimensioni che opera nel primo impianto nel settore dell'automotive. Uno dei ns. clienti ci chiede la certificazione C-TPAT.
Documentandomi via internet ho scoperto che si tratta di una sorta di "patentino " per i trasporti contro il terrorismo . La mia domanda e' la seguente :
Considerando che tutti i miei trasporti sono in exworks( i clienti mi mandano loro ogni volta e che la mia produzione e vendita e' in Italia , sono obbligata a certificarmi con questa procedura C-TPAT? In caso affermativo chiedo gentilmente informative o materiale per aiutarmi nella procedura.

RISPOSTA

L'acronimo C-TPAT significa CUSTOMS TRADE PARTNERSHIP AGAINST TERRORISM ossia un istituto di safety and security nella supply chain.
Si tratta di un programma di partnerariato tra società e dogana americana finalizzato alla protezione nei confronti di atti terroristici e che riguarda tutte le merci che viaggiano verso gli USA.
L'istituto prevede diverse iniziative adottate dalle autorità doganali americane..

segue

Certificato di controllo qualità - export Algeria

QUESITO

Buongiorno abbiamo spedito la scorsa settimana della merce in Algeria sottoposta a lettera di credito notificataci lo scorso mese di Novembre. Oggi il cliente ci informa che nuove disposizioni del governo algerino richiedono, per poter sdoganare la merce, un certificato di controllo di qualità.
E' ovvio che avendo già spedito non siamo in grado di far effettuare, da un ente certificatore, questo controllo. Come è possibile risolvere la questione? Inoltre abbiamo in corso altre 3 lettere di credito sempre su Algeria la cui merce sarà spedita prossimamente. Come regolarci?
Nello specifico noi produciamo tubi e filtri per pozzi d'acqua. voce doganale merce 7306.9000

RISPOSTA

Gentile Azienda,
la modifica cui si fa riferimento è stata emanata dal Dipartimento di controllo degli scambi della Banca centrale algerina il 16/2/2009, e riguarda solo le importazioni di beni pagati con credito documentario o rimessa documentaria, ovvero con l'intermediazione bancaria.
In base a tale nuova regolamentazione..

segue